DANTEFEST

Fesival che si tiene una volta all’anno allo scopo di rafforzare il dialogo e la collaborazione tra iniziative culturali e sociali, per promuovere l’idea di responsabilità sociale e la coscienza dell’inclusione. 

Inizio della realizzazione del progetto: anno 2013 

Partners: Teatro nazionale di Charkiv, Università Karazin di Charkiv, Hotel Charkiv, Panic Design, Vita Nova, Hub Yabloko

SCOPO PRINCIPALE DEL FESTIVAL

Il Festival vuole dialogare e attirare l’attenzione sul tema della vulnerabilità in tutte le sue manifestazioni (sociale, fisica, mentale) utilizzando il linguaggio della cultura; vuole inoltre mostrare il volto umano della vulnerabilità, per ridurre il livello di esclusione nella società. Vuole creare uno spazio di comunicazione e collaborazione tra diversi settori della società, per riflettere su come la bellezza può trovarsi in una manifestazione etica e non solo estetica del mondo e su cosa definisce il valore e la dignità della vita della persona.

STORIA

La storia del DANTEFEST inizia nel 2013, quando lo studioso e direttore della scuola La Traccia, (Bergamo) Franco Nembrini, ha tenuto a Charkiv una lezione dedicata a “Dante, il poeta della speranza”.  L’opera de La Divina Commedia, e in particolare la sua prima cantica, rispondevano alle domande che in quel momento agitavano la società ucraina. Da quella prima lezione si è formato un gruppo di lettori che settimanalmente si radunava per leggere e commentare un canto della Commedia. Tuttavia si voleva fare di più, è nata così l’idea di organizzare un Festival. Negli ultimi sei anni gli organizzatori del Festival hanno programmato decine di lezioni tenute da esperti in campo culturale o sociale provenienti da tutta Europa. Sono stati ospiti del Festival la poetessa Olga Sedakova, il designer e fondatore della scuola professionale Oliver Twist, Erasmo Figini, l’artista e illustratore  Gabriele Dell’Otto, la giornalista e scrittrice Marina Ricci.

2018

L’evento più imponente nella storia del Festival è stato il concerto di beneficienza che ha visto protagoniste le artiste del coro del Teatro La Scala di Milano, Lourdes Martinez Carnicher e Amor Lilia Perez, che hanno eseguito lo Stabat Mater di Pergolesi sul palco del Teatro nazionale dell’opera e del balletto di Charkiv. Il ricavato del concerto è stato destinato ai bisogni del centro per giovani con disabilità La casa volante.

2019

Nel 2019, il team ha nuovamente tenuto DANTEFEST per la promozione culturale di idee di inclusione e umanità nella società.

Eventi significativi del festival sono stati la mostra “The Way of Aeneas”, nonché un concerto di beneficenza di musica classica “Gloria Vivaldi”.

“Il Passagio di Enea” è una mostra sull’arte contemporanea nei suoi rapporti con il passato. Artisti e artisti – Michelangelo Antonioni, Open Group, Emilio Isgro, Nikolai Kolomiets, Julia Kran, Vladislav Krasnoshchok, Pavel Makov, Evgeny Nikiforov, Adrian Paci, Andrei Sagaydakovsky, Giovanni Franjo, Yosypiv Khmezh, Iosip Khmegor. Curatori: Boris Filonenko, Luka Fiore

Al concerto di beneficenza, gli attori del Teatro alla Scala dell’Opera di Lourdes Martinez Carnicher e Amor Lilia Perez hanno accompagnato EastOpera Choir and Orchestra.